Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

martedì 8 giugno 2010

Il piano di spartizione dell'ONU del 1947



Questa riprodotta qui sopra è la cartina del piano di spartizione ONU del territorio sotto mandato britannico dal 1917 al 1947.
Come si può notare, il territorio assegnato allo stato ebraico era per l'80%  desertico (arido e senza risorse di acqua) in quanto comprendeva il Neghev (la zona arancione da Beersheva in  giù), eppure l'Agenzia Ebraica non esitò ad accettare quanto offerto pur di offrire uno stato al popolo ebraico.
Giova ricordare che gli arabi RIFIUTARONO categoricamente la proposta perchè per loro era semplicemente inconcepibile l'esistenza di uno stato ebraico.




4 commenti:

  1. Abbasso Israele9 giugno 2010 14:55

    RIDICOLO !!!

    Le terre che avevano acquistato i Sionisti erano meno del 30%. La cartina è qui:

    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/7/70/Map_of_Jewish_settlements_in_Palestine_in_1947.png/200px-Map_of_Jewish_settlements_in_Palestine_in_1947.png

    spiegala bene la storia non solo i fatti che piacciono a te, e ricorda che i Palestinesi erano la maggioranza nella regione.

    RispondiElimina
  2. Eh sì, gli arabi hanno rifiutato ogni proposta. Tra l'altro lo stato ebraico in quella cartina mi sembra anche piuttosto spezzettato, mentre lo Stato arabo ha una maggiore continuità territoriale, oltre allo sbocco sul mar Mediterraneo.Se gli arabi avessero accettato l'esistenza di israele a quest'ora essi sarebbero molto più ricchi economicamente, ma soprattutto più liberi culturalmente e politicamente.In realtà l'Islam ha una concezione fondamentalista difficile da sradicare:i musulmani pensano infatti che l'obbligo di ogni credente è quello di estendere la "Casa dell'Islam", cioè i territori governati secondo la legge coranica o comunque araba. La nascita di israele, nel cuore del mondo islamico, è quindi considerato un sacrilegio da abbattere. Riusciranno mai gli arabi (o almeno chi li governa) a liberarsi una volta per tutte da tale condizionamento ideologico?

    RispondiElimina
  3. Caro Alessio, hai perfettamente centrato il problema: gli ebrei accettarono di avere uno stato frammentato e desertico pur di avere uno Stato. E questo la dice lunga sul loro sentimento di Popolo e di Nazione!
    Per gli arabi, Israele è una cosa intollerabile, per loro non è ammissibile che coloro che fino al giorno prima erano dei dhimmi senza diritti si siano ritrovati padroni di un pezzo di terra. Non so quante generazioni ocorreranno per far crescere una classe dirigente araba con le palle, una classe dirigente araba che decida di FARE LA PACE sul serio!

    RispondiElimina
  4. abb. Israele se c'è qualcuno che è RIDICOLO!!! sei proprio tu,
    visto il nick con il quale ti presenti...
    Tu puoi continuare a scrivere quello che ti pare: i fatto sono che l'ONU ha stabilito che il territorio sotto mandato britannico doveva essere diviso tra arabi ed ebrei. Gli ebrei hanno accettato e hanno costruito il loro stato. Gli arabi che non avevano neanche una coscienza di popolo (Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, a un giornale olandese nel 1974: il popolo palestinese non esiste, il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte) si sono preoccupati solo di "ributtarli a mare e per essere più sicuri di riuscirci ci si sono messi in 5 contro 1... eppure le hanno prese di santa ragione e ancora piangono!

    VIVA ISRAELE SEMPRE!!!

    RispondiElimina