Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

venerdì 25 novembre 2011

GLI ISLAMISTI A GAZA: ANDATEVENE DA GERUSALEMME, DA TEL AVIV, DA HAIFA: L’ISLAM È IL FUOCO CON CUI MIETIAMO I TESCHI DEGLI EBREI

Quelli che seguono sono brani tratti dal proclama enunciato a Gaza, in un raduno del movimento palestinese Al-Ahrar (gruppo filo-Hamas staccatosi da Fatah), mandato in onda lo scorso 3 novembre dalla tv di Hamas Al-Aqsa:
L'ORGANIZZATORE DEL RADUNO: «Lode a te, o nostro Signore. Tu hai reso la nostra uccisione di ebrei un atto di adorazione attraverso la quale noi ci avviciniamo a te. […] Su di te le preghiere di Allah, o diletto Profeta [Maometto], tu che hai fatto dei tuoi insegnamenti i nostri decreti: la luce con cui noi dissipiamo le tenebre dell’occupazione e il fuoco con cui mietiamo i teschi degli ebrei […]. Sì, nostri diletti fratelli, anche se il mondo intero si avvicina ad Allah con il digiuno, la fame e le lacrime, noi siamo un popolo che si avvicina ad Allah con il sangue, con le parti del corpo, con i martiri. […] Oh, figli della Palestina, oh figli della striscia di Gaza, oh mujaheddin [combattenti della jihad], lanciate la jihad [guerra santa], seminate la distruzione, fate esplodere e mietete le teste dei sionisti. Le parole sono ormai inutili. La menzogna della pace se n’è andata. Solo le armi servono a qualcosa: la via di Yousuf e Ali [morti di recente], la via del martirio e della jihad. Solo le nostre ferite parlano per noi. Noi non parliamo altro linguaggio che quello della lotta, della jihad, dei razzi, delle bombe, dei cannoni e di coloro che aspirano al martirio. Questo è il linguaggio con cui parliamo e negoziamo con il nemico sionista. […] Noi diciamo ai sionisti: come una mala pianta, noi vi sradicheremo dalla nostra terra affinché essa possa sbocciare nella luce del sole eterno della nostra jihad e della nostra religione invincibile. Gerusalemme non è vostra: andatevene da lì! Haifa non è vostra: andatevene da lì! Tel Aviv non è vostra: andatevene da lì! Oh sionisti, andatevene prima che vi cacciamo noi. Queste sono le parole dei mujaheddin […].»
(Da: Memri, 14.11.11)
Per vedere il filmato del proclama (con sottotitoli in inglese):

2 commenti:

  1. Ma dove sono i pacifinti? Avete visto in Siria che repressione (corriere della sera), che torture eseguono anche sui bambini? Manganelli piantati nel sedere botte..nessuno comunista dice nulla! Dove sono gli "intellutuali" pro maomettani? Non le accusano queste violenze? Pronti a stracciarsi le vesti se una pallottola vagante colpisce un islamico palestinese intento a preparare un attentato!Sono dei falsoni!
    Ciao viva e forza Israele!
    Federico

    RispondiElimina
  2. Bella domanda amico mio. La risposta è facile: sono tutti sul sito de Il Messaggero a spargere veleno contro Israele.... Di sicuro non scenderanno in piazza contro il criminale regime siriano, ci vogliono le palle per sfidare la Siria e i pacifinti nonle hanno... più facile e comodo prendersela contro Israele...
    Chissà se faranno mai una flotilla diretta ad Aleppo...

    RispondiElimina