Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

lunedì 21 novembre 2011

Iran: 5 anni di carcere per chi viaggia in Israele

TEHERAN, 14 nov. – Il parlamento iraniano ha approvato una nuova legge che rende piu’ pesanti le sanzioni per i cittadini che si recano in Israele. Come spiega la ‘Bbc Farsi’, la pena prevista per gli iraniani che visitano lo stato ebraico e’ passata da due anni a cinque anni di reclusione.I trasgressori si vedranno inoltre sequestrare il passaporto per cinque anni.
In base a una legge in vigore fin dalla rivoluzione islamica del 1979, e’ proibito a qualsiasi cittadino iraniano l’ingresso nel territorio israeliano. La repubblica islamica non riconosce Israele come stato sovrano e continua a denominarlo “Palestina occupata”. Le tensioni tra Tel Aviv e Teheran sono in continuo aumento. La scorsa settimana il governo israeliano ha minacciato di attaccare i siti nucleari di Teheran, suscitando la dura reazione della Repubblica Islamica.
 
(Fonte: Adnkronos, 15 novembre 2011)



Nessun commento:

Posta un commento