Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

lunedì 19 marzo 2012

Pallywood colpisce ancora

Quei cazzari dei palestinesi continuano a spargere bugie per incitare all'odio contro gli ebrei in generale e gli israeliani in particolare.
Un tale Nour Abed, ha postato su twitter la foto di un bambino palestinese che pulisce un pavimento dal sangue con la disascalia "Un bambino palestinese lava il sangue di suo fratello".
La foto in questione in realtà era già stata pubblicata nel giugno del 2011 su un blog anti israeliano con il commento “Un bimbo palestinese lava il sangue di suo fratello ucciso da una bomba delle forze d’occupazione israeliane”

Ovviamente si tratta dell'ennesima menzogna, cazzata, bugia, stronzata (chiamatela come volete) allo scopo di incitare all’odio antisraeliano. Grazie al blog Soldier’s Mother, che ha ricostruito l’intera faccenda, si vede che l’immagine proviene da questo sito  e mostra, come recita la didascalia, “un bimbo palestinese mentre pulisce il pavimento dopo l’abbattimento di una vacca nel mattatoio dei suoi parenti a Ramallah”.

I palestinesi tanto amati dai sinistrati pacifinti continuano indefessi a sfruttare i bambini per i loro sporchi trucchi da quattro soldi a fini propagandistici: solo dei senza cervello possono credere a questi cinici individui...
Come dimenticare i "funerali" con il morto sulla barella che... si rialzava con le sue gambe e si sdraiva di nuovo sul "feretro"? Come dimenticare la messa in scena della falsa morte di Mohammed Al Durra? Come dimenticare la foto del ragazzo con la testa insanguinata vicino al poliziotto israeliano e fatto passare per il solito "povero" arabo picchiato dai brutali sionisti ... che in realtà era un ebreo sfuggito a un linciaggio e salvato proprio dal poliziotto israeliano che da solo metteva in fuga una toma di arabi urlanti??

Nessun commento:

Posta un commento