Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

mercoledì 9 maggio 2012

Se lo dicono da soli, ormai

di Deborah Fait
Dopo anni di una propaganda che ha letteralmente innondato il mondo intero di odio contro Israele, insultato come ladro di terre palestinesi, ecco che a 8 anni dalla morte del mostro Yasser Arafat, terrorista e assassino, possa bruciare all'inferno per l'eternita', la verita' incomincia ad emergere, piano piano, male accettata dagli occidentali antisemiti e ammiratori del terrorismo arabo, male accettata da tutti i pacifisti che per tradizione sono odiatori di Israele. La verita' che io ho sempre gridato ai quattro venti , anche se minacciata e insultata, come molti altri amici,
La verita' quella vera, sacrosanta, quella che, nascosta, ha fatto tanti morti, che, rinnegata e rifiutata, e' costata lacrime e sangue, guerre e ancora guerre, terrorismo e odio.
Eccola qui questa semplice verita':
I palestinesi non esistono, non sono un popolo, non lo sono mai stati nella storia e adesso lo dicono loro stessi!
Finalmente!
Nel 1967 Arafat creo' il suo cosiddetto popolo palestinese e lo fece ad hoc per dare fastidio agli ebrei e per avere la scusa di invocare al mondo la fine di Israele, lo disse anni fa un suo ministro di cui non si conosce la fine e lo confermano oggi anche politici arabi.
Dunque per piu' di mezzo secolo quella fetenzia di capoterrorista ha preso in giro il mondo intero, i politici, gli intellettuali, ha fatto credere che esistesse un popolo palestinese cui i perfidi ebrei stavano rubando la terra e , dopo qualche anno , non pago del male che faceva, aggiunse anche la Capitale gridando ai quattro venti che gli ebrei e Gerusalemme non avevano nessun legame, che erano tutte bugie sioniste, che Gerusalemme era solo Al Quds, da sempre araba, dai tempi di Adamo ed Eva, dalla creazione del mondo, da prima che esistessero gli arabi e l'islam!
Pensate che qualcuno abbia detto "Ue' Arafat, datti una calmata e vai a studiare la storia" ?
No, naturalmente, nessuno lo ha mai contraddetto, ha tentato una volta Bill Clinton durante i colloqui di pace del 2000 quando Barak era pronto a dare al terrorista assassino meta' Gerusalemme, quasi tutti i territori e persino il Monte del Tempio. Arraffa incomincio' a dire che gli ebrei non avevano niente a che vedere col Monte del Tempio perche' il Tempio di Gerusalemme non era mai esistito e al suo posto era sempre stata la moschea di Al Aqsa. Clinton a quel punto, dicono, si arrabbio',anzi per dirla papale papale, si incazzo'proprio per benino e il risultato fu la fuga di Arafat dal summit, arrivo' a Gaza e dal pulpito si mise a urlare che la guerra per Gerusalemme era incominciata e che lui voleva un milione di morti per occuparla e farla sua.
Incomincio' cosi' il periodo piu' terribile per Israele, incominciarono gli anni del TERRORE,
Ebbe inizio l'incubo del terrorismo quotidiano, 10, 20 qttentati al giorno per le strade di Israele, cinema. pizzerie, ristoranti, autobus saltavano per aria portando con se' civili israeliani, bambini, donne, famiglie intere che morivano tra le fiamme colpiti da migliaia di pallini di acciaio con cui i terroristi riempivano le loro bombe.
Nessuno in Israele puo' dire di non avere un parente o un amico morto a causa del terrore palestinese. Nessuno.
Per difendersi Israele ha costruito una barriera ad alta tecnologia facendo cosi' diminuire gli attentati del 90%e facendoci odiare ancora di piu' dai pacifinti internazionali che nei 5 anni di guerra del terrore non erano mai venuti a darci la loro solidarieta' , anzi, ci davano dei nazisti quando reagivamo, e andavano ad abbracciare il mostro terrorista.
Oggi dobbiamo sopportare i missili da Gaza, le minacce di distruzione dall'Iran, i missili di hezbollah, l'odio e l'antisemitismo del mondo.
Tutto questo per un popolo che non c'e' .
Tutto questo per saziare l'odio arabo.
Tutto questo per soddisfare l'odio antiebraico europeo che mal sopporta ancora oggi che gli ebrei abbiano una patria e che la difendano strenuamente con un meraviglioso esercito!
Scriveva Mark Twain nel 1867 : “ ...[a] desolate country whose soil is rich enough, but is given over wholly to weeds-a silent mournful expanse....A desolation is here that not even imagination can grace with the pomp of life and action....We never saw a human being on the whole route....There was hardly a tree or a shrub anywhere. Even the olive and the cactus, those fast friends of the worthless soil, had almost deserted the country"
Poi incominciarono ad arrivare gli ebrei dall'Europa fuggendo dalle persecuzioni zariste e dai pogrom e "quella Terra" si trasformo', fondarono Petah Tikva nel 1878, Rishon le Zion nel 1882, Rehovot nel 1880 e incominciarono a sviluppare la terra, a lavorare la sabbia sassosa del deserto israeliano che all'epoca copriva tutto il Paese. Questa nuova situazione e la creazione di posti di lavoro porto' verso Sion gli arabi egiziani, siriani e di tutto il circondario pronti ad accettare il lavoro che gli ebrei offrivano . Fino al 1948 quando fu fondato Israele con i voti delle Nazioni Unite, tutto il mondo occidentale riconosceva gli ebrei come legittimi abitanti di Israele, tutto il mondo occidentale sapeva che da quella Terra gli ebrei furono ingiustamente scacciati e che da 2000 anni ad ogni fine di festivita' ebraica il Popolo gridava "L'anno prossimo a Gerusalemme".
Il mondo occidentale sapeva anche che fino al 1948 , quando cambiarono il nome in israeliani, gli ebrei erano i veri palestinesi, riconosciuti come tali.
Solo nel 1967, quando gli ebrei liberarono Gerusalemme e i territori ebraici (Giudea e Samaria) occupati dalla Giordania per 20 anni, Arafat si invento' i palestinesi, rubando il nome lasciato dagli ebrei per il piu' logico di israeliani, abitanti di Israele.
Nessuno sopporto' la vittoria israeliana sui paesi arabi e il risultato fu che nel 1967 il mondo dimentico' tutto quello che aveva conosciuto e riconosciuto per secoli, la Storia fu rinnegata e ne riscrissero una nuova con un popolo inventato e " martire" e un altro descritto come occupante, assassino, discendente dei nazisti.
Si, Il mondo dimentico' tutto, si assoggetto' ad Arafat, si vendette agli arabi, ondate di violenza antiebraica scossero tutta Europa, quello che rimase inalterato fu l'odio ancestrale che sentiva per l'ebreo e ne fece ancora una volta il capro espiatorio dei suoi umori.
La grande menzogna divenne storia, politici e intellettuali si fecero comprare, imbrogliare, lavare il cervello dalla propaganda araba, i pacifisti, sempre violenti e pieni di odio antiebraico, divennero eroi, i terroristi divennero martiri, gli assassini furono ricevuti dai grandi del mondo come capi di stato, nemmeno il Vaticano si salvo' e il Papa ricevette Arafat in pompa magna.
E' bene ricordare che il Papa riconobbe Israele dopo 45 dalla sua fondazione, solo nel 1993, riconobbe invece Arafat capo della Palestina senza la palestina che ancora non esiste come mai e' esistita.
Ricordatelo, i palestinesi non sono un popolo, sono solo una scusa per massacrare gli ebrei.

Ricordatelo!!!!


2 commenti:

  1. Vergognatevi, state applicando ai palestinesi la stessa follia che i nazisti applicarono a voi. Su un muro di Hebron qualche ebreo ha scritto: "Gas the Arabs!" (cercare Israeli settlements su wikipedia e appare)...come? con lo stesso che usó Hitler sul vostro popolo? cosí come il mondo dovrá vergognarsi per sempre dell'olocausto che il popolo ebreo ha patito, cosí il mondo intero dovrá vergognarsi per sempre dell'olocausto che il popolo ebreo sta perpetrando! scrivi cose folli, "il popolo palestinese non esiste..." esistono i bambini che uccidete, e di cui renderete conto, un giorno...popolo eletto da un par de....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. idiota! La frase "il popolo palestinese non esiste..." l'ha detta un dirigente dell'OLP nel 1974! Ma sei capace a leggere o sei un idiota completo???
      Studia la storia... ma prima impara a leggere!
      Vergognati tu!
      Gli israeliani non mettono i palestinesi nei ghetti.
      Gli israeliani non schedano i palestinesi.
      Gli israeliani non mettono i palestinesi nei carri bestiame facendo loro patire fame, sete e freddo.
      Gli israeliani non mettono i palestinesi nei campi di sterminio.
      Gli israeliani non mettono i palestinesi nelle camere a gas.
      Gli israeliani non mettono i palestinesi nei forni crematori.
      Gli israeliani non usano i palestiensi per pseudo esperimenti medici.
      Gli israeliani non portano i palestinesi nelle foreste per fucilarli in massa.
      Gli israeliani non usano la pelle dei palestinesi per fare paralumi.
      Gli israeliani non usano i palestinesi per fare sapone...
      devo continuare idiota di merda che non sei altro?

      Elimina