Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

lunedì 20 agosto 2012

Khamenei: «Israele finirà per scomparire dal panorama geografico» (per chi avesse ancora dubbi sull'Iran....)

Israele finirà per “scomparire dal panorama geografico”. Lo ha affermato mercoledì la Guida Suprema della repubblica islamica iraniana, l’ayatollah Ali Khamenei, aggiungendo che si augura che al posto di Israele sorga uno stato palestinese.
La dichiarazione è stata fatta da Khamenei in vista della “Giornata di al-Quds” (Gerusalemme), che viene celebrata l’ultimo venerdì di Ramadan e costituisce tradizionalmente l’occasione per fare sfoggio di “solidarietà" verso la causa palestinese e contro Israele.
“Con l’aiuto del Signore – ha detto Khamenei a un raduno di veterani della guerra Iran-Iraq, citato dall’agenzia di stampa Mehr – anche quest’anno nella Giornata di al-Quds la nazione iraniana prenderà a pugni in faccia i nemici dell’islam”.
“La luce della speranza brillerà sulla questione palestinese – ha poi aggiunto la Guida Suprema iraniana – e questa terra islamica tornerà senza dubbio alla nazione palestinese, mentre il superfluo e fittizio regime sionista scomparirà dal panorama”.
Khamenei ha anche accusato “i sionisti e i loro sostenitori” di manovrare in modo che il mondo dimentichi la questione palestinese. “Per noi – ha detto – la questione palestinese non è una questione tattica, bensì un principio islamico. Noi vogliamo salvare questo paese islamico dalle grinfie del sionismo oppressivo”.
Sempre mercoledì Gholam Reza Jalali, un ex comandante delle Guardie Rivoluzionarie oggi a capo dell’Organizzazione della difesa civile iraniana, ha affermato che la Giornata di al-Quds “è un'importante espressione del fatto che non esiste alternativa se non resistere fermamente finché Israele non sarà distrutto”.

(Da: Israel HaYom, 16.8.12)



Nessun commento:

Posta un commento