Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

sabato 17 novembre 2012

Gaza: Hamas non rispetta la tregua e continua il lancio di razzi contro le città israeliane. Allarme anche a Tel Aviv

Gerusalemme, 16 Novembre 2012 – Operazione “Amud Anan”: durante la notte tra giovedì e venerdì l’aviazione israeliana ha colpito e distrutto i depositi sottorranei di armi e munizioni palestinesi (qui il video: si notino le “esplosioni secondarie” dopo il primo colpo, a dimostrazione dell’effettiva presenza di munizioni e armi nel luogo colpito). Da quando è iniziata l’operazione, sono state colpite 500 installazioni belliche dei terroristi, per la maggior parte magazzini di armi e missili di fabbricazione iraniana, a media e lunga gittata, e rampe di lancio operative, e oltre 300 missili hanno colpito Israele, di cui 100 sono stati intercettati da Iron Dome.

L’esercito israeliano, dalle prime ore del mattino, sta osservando un cessate il fuoco di tre ore per favorire la visita del Primo Ministro egiziano Hisham Qandil, ma il braccio armato di Hamas, contro tutte le regole e convenzioni internazionali, sta approfittando di questa pausa per lanciare indisturbato quanti più missili possibile verso le città israeliane (uno dei quali ha centrato, ironia della sorte, un veicolo sul quale viaggiava un reporter della Reuters), alcuni dei quali dal centro abitato di Gaza. Sono più di otto, tre in simultanea, i missili che il sistema ‘Cupola d’Acciaio’ ha neutralizzato sui cieli di Ashdod. Nel corso della mattinata è suonato l’allarme anche a Tel Aviv, seguito da una forte esplosione.

“Per Hamas cessate il fuoco significa che loro possono sparare e che a noi è proibito”. Ha detto uno dei portavoce dell’esercito durante un’intervista alla televisione ed ha aggiunto poi: “… alla fine di questa campagna, vi assicuro, avranno perfettamente capito il significato del termine “cessate il fuoco”.

7 commenti:

  1. Alla fine della campagna, per cortesia, contate anche i morti tra civili, donne e bambini che farà l'esercito israeliano.

    Hamas per israele è una scusa per massacrare il popolo palestinese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per quello basti tu, Il manifesto, Repubblca, FQ, e tutta la solita congrega di simpatizzanti dei terroristi.
      Nessuno nega il numero delle vittime palestinesi: quello che invece tutti negano p che la responsabilità di tutto è dei palestinesi. Tutto è iniziato sabato dell'altra settimana con il razzo sparato dai terroristi palestinesi contro una jeep israeliana che pattugliava il confine in terrtorio israeliano: bilancio 4 soldati feriti di cui uno morto in seguito. Poi c'è stato il lancio dei 150 razzi in 72 ore contro le città israeliane. Dopo di che Israele ha detto BASTA! Ed ha aspettato anche troppo. Nessun altro stato avrebbe tollerato il lancio di razzi sul suo territorio!
      Quando lo ammetterete seplocri inbiancati che non siete altro????
      Israele se volesse massacrare il popolo palestinese come dici tu lo avrebbe fatto da decenni e si sarebbe tolto un bel problema non credi? Invece è lì che cerca di evitare vittime innocenti anche a costo di perdite ingenti fra i suoi civili e fra i suoi militari (Jenin docet!)

      Elimina
  2. il fatto che tu non mi abbia censurato mi fa pensare bene... ma non credo che tu mi dia più libertà di parola.

    LA responsabilità non è dei PALESTINESI ma di HAMAS.

    Hamas è una scusa per gli ISRAELIANI per poter colonizzare il territorio Palestinese. HAMAS fa comodo a iSRAELE.

    Israele non avrebbe mai potuto sterminare il popolo palestinese unilateralmente, perchè si sarebbe inimicato anche i suoi sostenitori, allora Israele grazie ad HAMAS fa in modo di far pasare i palestinesi (e i loro bambini) come terroristi.

    Qualche giorno fa un missile israeliano ha ucciso 3 bambini in un edificio da dove non era partito nessun missile e nessuno ha usato quei bambini come scudi... come mai sono stati uccisi?

    Erano dei potenziali terroristi a 18 mesi di vita?

    Il governo israeliano si vergogni! dal 1947 ha ammassato uil popolo palestinese nelle terre meno ricche appropriandosi di tutto e ammassandoli come animali per poi sterminarli usando Hamas come scusa del terrorismo....


    fino ad adesso 3 morti israeliani e oltre 50 morti Palestinesi... chi è il terrorista? dall'esterno sembra l'autorità israeliana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda ho censurato solo quelli che mi hanno minacciato di morte. Ci ha penasto la POlizia Postale a loro. Per il resto ho pubblicato quelli che mi hanno insultato per far capire al resto dei lettori che gente esiste. Altro che tolleranza e democrazia. I pacifinti nazicomunisti odiano Israele peggio degli arabi.

      Concordo con te sul fatto che la responsabilità di tutto è di hammazz. Israele e il suo esercito lo ribadiscono ogni giorno. Per Israele il popolo palestinese non è il nemico. Israele anche in queste ore sta facendo transitare camion di cibo, farmaci e attrezzature attraversi i varchi.
      Israele non vuoloe stermianre nessuno mettitelo in testa!
      Il fatto che ci siano vittime innocenti è comune a tutte le guerre. Israele si adopera più di ogni altro stato nel far si che ce ne siano il meno possibile. Il fatto che quei criminali di hammazz si nascondano come topi di fogna nelle abitazioni, negli ospedali, nelle moschee non facilita le cose però.
      Vorrei che tu rivedessi le tue idee sbagliate sulla nascita di ISraele. Nel novembre del 1947 venne approvata all'ONU la risoluzione che prevedeva la nascita di due stati: uno arabo e uno ebraico. Agli ebrei era toccato quello desertico, malarico e povero ma avevano accettato perchè aspiravano a costruire finalemnte uno stato nel quale vivere in pace. Gli arabi no. Hanno scatenato una guerra che non sono stati capaci di vincere in 5 contro uno! Nei campi profughi gli arabi ci sono finiti grazie ai loro "fratelli" egiziani, giordani, libanesi e siriani! Israele i suoi cittadini arabi non li ha messi nei campi profughi tanto è vero che se chiedi a un arabo israeliano se vuole vivere in Israele o in Palestina ti risponde senza esitare in Israele!

      Elimina
  3. Inutile negarlo,Hamas vuole la guerra con Israele.Non è tollerabile che i civili vivano sotto i bombardamenti. Ad Hamas del popolo palestinese non gli importa nulla,non gli importa nulla della pace. Provocano Israele per fare le "vittime" quando gli ebrei regiscono.E' questo il gioco di Hamas.Israele secondo me ha il diritto di difendersi e di vivere in pace.
    Federico

    RispondiElimina
  4. Caro Federico, hammazz non aspira altro che alla guerra totale Crede di poter distruggere Israele ora che sente l'appoggio dell'Egitto.
    Il loro sporco gioco è sotto gli occhi di tutti... coloro che voglion vederlo. Purtroppo la gente non vuole aprire gli occhi e preferisce continuare a dare addosso agli ebrei. Per troppa gente gli unici ebrei buoni sono quelli morti. Solo che la gente non ha capito che gli ebrei hanno imparato a difendersi e non permetteranno mai più Aushwitz!

    RispondiElimina
  5. Israele ha diritto di vivere come tutti i popoli della terra.Mi dispiace per i pacifinti ma anche gli ebrei hanno la loro terra e devono difenderla.
    Federico

    RispondiElimina