Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

lunedì 12 novembre 2012

Israele sotto attacco

In due giorni ammontano a 100 (dicasi CENTO!) i razzi, missili e copli di mortaio con i quali i palestinesi  hanno bombardato Israele.
La risposta dell'aviazione di Gerusalemme non si è  fatta attendere: strutture e depositi di hamas sno andati distrutti.
Il bilancio dei feiti israeliani ammonta a una decina di persone con diverse case danneggiate dalle bombe.
Come se non bastasse, anche dalla Siria sono stati sparati dei colpi di mortaio che hanno visto la rapida e letale reazione israeliana che ha provveduto a distruggere la batteria di mortai responsabile dell'aggressione.
L'escalation tra arabi e israeliani sta conoscendo una nuova e proccupante frase.
I palestinei, che ormai mirano al riconoscimento ONU come stato, vogliono alzare il livello dello scontro sia a livello diplomatico che sul campo.
Israele è intervenuto rapidamento contro la Siria  per far capire subito sia ai paesi arabi che all'U che non verranno tollerati atti di aggressione.
Il dato di fatto è che un milione di Israeliani sta vivendo l'incubo delle sirene anti missile nella zona propsiciente la striscia di Gaza e come al solito la cosa non è importante per ONU, mezzi di informazione, organizzazioni umanitarie ecc. ecc.

Nessun commento:

Posta un commento