Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

martedì 25 dicembre 2012

A poco più di un mese dall'inizio della tregua

Terroristi arabi da Gaza hanno lanciato un razzo contro Israele, domenica sera, 23.12.2012, il primo dalla fine dell’operazione Pilastro di Difesa nel mese di novembre scorso. Il razzo a quanto pare non è riuscito a raggiungere il territorio israeliano esplodendo all'interno di Gaza, e il sistema d’allerta “Allarme Rosso” in Israele non è scattato.
L'ultima volta che i terroristi arabi avevano sparato razzi contro Israele da Gaza è stato il 21 novembre scorso, nelle prime ore dopo l'attuazione del cessate il fuoco tra Israele e Hamas. Sebbene tecnicamente quei razzi costituissero una prima violazione del cessate il fuoco, secondo il quale Hamas si è impegnata a non lanciare razzi contro Israele in cambio di concessioni israeliane, Israele ha scelto di non formalizzare una protesta a Stati Uniti ed Egitto, entrambi fattisi garanti del cessate il fuoco. In base all'accordo, le violazioni da parte di Israele o di Hamas devono essere giudicate dall'Egitto, attualmente sotto la guida di Mohammed Morsi, membro del partito dei Fratelli musulmani.
Israele non ha ancora formalmente comunicato se intende formalizzare protesta all’Egitto per l’incidente di domenica sera.
In cambio del cessate il fuoco, Israele ha esteso i chilometri dell’area consentita alla pesca per i pescatori di Gaza al largo della costa, e ha acconsentito a smettere di colpire i principali terroristi di Hamas che abbiano partecipato ad attacchi terroristici provocando vittime israeliane. Subito dopo questo accordo, il leader del movimento terroristico Hamas, Khaled Mashaal, che per anni è rimasto nascosto a Damasco, ha per la prima volta apertamente visitato Gaza, dove ha ribadito pubblicamente l'intenzione di Hamas di perseguire l’obiettivo della distruzione d’Israele.

Dal sito internet di Channel 7

Nessun commento:

Posta un commento