Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

lunedì 24 dicembre 2012

“Perchè dare soldi agli ebrei?”: il M5S contro la Giornata della Memoria

Milano, 20 Dicembre 2012 – Decisione che sarà destinata a creare non poche polemiche nel mondo politico milanese. La racconta Mosaico, il sito ufficiale della comunità ebraica di Milano. In Zona 3, infatti, il M5S sarebbe stato contro le iniziative del Giorno della Memoria, il prossimo 27 gennaio, giornata in cui si commemorano le vittime della Shoah. “C’erano iniziative per le quali già in commissione si era stabilito di dedicare circa 3mila euro del bilancio locale – scrive il sito -. Tutti a favore? In commissione, sì. Anche la consigliera del Movimento 5 stelle, Patrizia Bedori, è d’accordo con le iniziative, che prevedono tra l’altro un incontro con un testimone della Shoah, nell’auditorium di via Sansovino”.

“Ma la prassi del Movimento è quella di sottoporre alla rete, o meglio al gruppo Facebook di sostegno al M5S Zona3, tutte le delibere di commissione prima della votazione in Consiglio, in modo che il voto definitivo sia condiviso – continua l’articolo -. E lì si scatena un dibattito che ha del paradossale. “Perché dare soldi solo agli ebrei?”, si chiede qualcuno. “Il Consiglio di Zona dovrebbe dare i soldi per iniziative a favore di altri popoli oppressi, come i palestinesi”, dimostrando di non sapere che il Giorno della Memoria è una legge dello Stato, con una finalità ben precisa. “Sono soldi pubblici, non è giusto sprecarli così” dice in buona sostanza la maggioranza dei grillini”".

“E on line si vota: approvare o no la delibera consiliare? La risposta è: no. Ed ecco allora che il Movimento 5 Stelle, nella persona del suo unico rappresentante in Consiglio di Zona 3 Patrizia Bedori, ha votato contro le celebrazioni per il Giorno della Memoria”. “Bedori ha voluto sottolineare di essere personalmente favorevole alle iniziative deliberate, ma secondo la regola del Movimento, in applicazione del principio della democrazia diretta, lei si considera non un consigliere, eletto senza vincolo di mandato come prescrive la Costituzione della Repubblica italiana, ma un semplice “portavoce” incaricato quindi di votare come la maggioranza dei sostenitori decide”, viene concluso nel pezzo di Ester Moscati.

(Fonte: Milano Today, 21 Dicembre 2012)

2 commenti:

  1. Vorrei precisare che la “Legge della Memoria” non è una legge dello Stato: è una legge che Furio Colombo ha imposto agli italiani, con oneri notevoli... Quanto poi a “Memoria” ogni dovrebbe avere il diritto di avere la propria e di scegliersela liberamente... ad esempio la memoria della Nakba, che ha più senso della Memoria di Colombo... È da augurarsi che un diverso parlamento possa abrogare tutta una serie di legge, che sono prive di senso e costano pure parecchio...

    RispondiElimina
  2. Vorrei precisare che oltre ad essere un antisemita sei anche un ignorante: http://www.camera.it/parlam/leggi/00211l.htm

    Legge 20 luglio 2000, n. 211

    "Istituzione del "Giorno della Memoria" in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti"
    pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000


    Art. 1.

    1. La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonchè coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

    Art. 2.

    1. In occasione del "Giorno della Memoria" di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinchè simili eventi non possano mai più accadere.

    Ma perchè voi antisemiti, nonchè pacifinti odiate tanto Israele? Scommetto che non lo sapete neanche, vi hanno ordinato di fare così e voi da bravi omologati vi adeguate.
    Per favore, prima di scrivere le fesserie che hai imparato al centro sociale occupato autogestito intifada prova a leggere altro...

    RispondiElimina