Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

venerdì 14 dicembre 2012

Tunisi: l’odio antisraeliano si diffonde anche così

Tunisi, 28 Novembre 2012 – Non basta stilare liste ‘nere’ dei prodotti israeliani, o cacciare i professori israeliani dalle università europee. Il boicottaggio e più in generale l’odio viscerale contro Israele assume una nuova e fantasiosa forma. Per chi si reca in una toilette dell’aeroporto di Tunisi ecco la ‘piacevole’ sorpresa: un tappetino su cui pulire le suole delle scarpe con sopra l’effigie della bandiera dello Stato di Israele.

Forse qualcuno se lo sarebbe aspettato in Iran, in Siria, nei gabinetti delle case dei Fratelli musulmani del Cairo o dei miliziani di Hamas. Lascia quindi sorpresi vedere un tale bestialità nella ‘civile’ Tunisia – terra che ha dato inizio alle ‘primavere arabe’ – che aspira a essere il paese più democratico fra quelli arabi.

L’insegnamento che se ne tare è uno solo: l’odio e il disprezzo che gli arabi hanno di Israele, non si riesce a nascondere e attraversa – come un cancro – tutto il mondo islamico, da Tunisi al Pakistan.

Roma Ebraica

Nella foto in alto: così viene diffuso l’odio antisraeliano nella civile Tunisia dopo la “Primavera Araba“. Tutto normale no?

Nessun commento:

Posta un commento