Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

giovedì 3 gennaio 2013

Storie di Israele 2




Un'altra storia: questa qui sopra è la foto del Cpt. Ziv Shilon.
Comandante di compagnia, durante un servizio di pattugliamento in territorio israeliano, è stato ferito da un ordigno esplosivo piazzato dai terroristi palestinesi di hammazz ed ha perso la mano destra. Nonostante le gravissime ferite riportate e la menomazione subita, ha promesso ai soldati che una volta ristabilitosi sarebbe tornato sul campo. Questo è il suo messaggio ai "suoi" soldati: "Mi sento meglio ogni giorno. Tornerò ad essere quello di un tempo e tornerò sul campo. Dovete essere ottimisti: c'è sempre qualcosa che vi da speranza, un piccolo angolo di luce in fondo al tunnel. E' qualcosa che capirete durante il vostro servizio militare. Quando siete al 79° km di una marcia di 80 iniziate a contare gli alberi intorno a voi: quando ne avrete contati 100 saprete che siete a buon punto. E' la stessa cosa con la ferita: è una marcia, una lunga marcia." Massimo rispetto per questo capitano.


Nessun commento:

Posta un commento