Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

sabato 22 giugno 2013

Israele nello spazio

Israele è in prima linea nel campo della ricerca, delle innovazioni e delle tecnologie aerospaziali globali: costruzione e lancio di satelliti, sviluppo di sistemi elettro-ottici, monitoraggio dell'ambiente dallo spazio. L'industria aerospaziale israeliana, oggi uno dei principali protagonisti nello spazio, opera anche intensamente su progetti spaziali in cooperazione con altri paesi come Stati Uniti, Francia, Italia ecc.

UN PO’ DI STORIA
Israele è entrato ufficialmente nell'era spaziale il 19 settembre 1988 con il decollo del suo primo satellite, Ofeq-1, sul vettore Shavit di produzione locale. Con quel lancio, Israele è entrato a far parte del club esclusivo dei paesi in grado di sviluppare, produrre e mettere in orbita i loro satelliti: Russia, Stati Uniti, Inghilterra, Giappone, India, Francia e Cina.
Oltre allo sviluppo di hardware spaziale, Israele usa lo spazio come piattaforma per scoprire di più sulla vita nel nostro pianeta. Israele ha dato un contributo importante in una serie di settori come la comunicazione laser, la ricerca sullo sviluppo embrionale e l'osteoporosi, il monitoraggio dell'inquinamento, la mappatura della geologia, suolo e vegetazione in ambienti semi-aridi.
Il passo successivo arrivò nei primi mesi del 2003, quando la NASA lanciò il 28esimo volo dello Space Shuttle Columbia, missione STS-107. Fra i sette membri dell'equipaggio a bordo del Columbia, il primo astronauta israeliano: Ilan Ramon.
Molti programmi spaziali internazionali si sono interessati ai successi israeliani. Oltre alla NASA, Israele ha stretto accordi formali di cooperazione nella ricerca spaziale con la Francia, la Germania, la Russia, l'Ucraina, i Paesi Bassi e l'India.
Dal giugno 2003, Israele fa parte dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) come membro partecipante.



(Da: MFA, 23.5.13)



Nessun commento:

Posta un commento