Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

domenica 1 dicembre 2013

Sassi contro auto: palestinesi feriscono gravemente bimba israeliana di due anni

Gerusalemme, 29 Novembre 2013 – Questa notte una bambina israeliana di due anni è stata ferita dal lancio di un oggetto pesante lanciato contro la macchina dei genitori in cui viaggiava con la famiglia.
L’attacco è avvenuto nel quartiere di Gerusalemme Armon Ha Natziv, dove i soccorsi del Magen David Adom sono intervenuti per portare la bambina, Avigail Ben Zion, all’ospedale di Hadassah. I paramedici hanno fatto sapere che la piccola è arrivata in ospedale in condizioni discretamente gravi e che al momento dei primi soccorsi era in stato di semi incoscienza.

Il lancio di oggetti contundenti e di bombe artigianali contro i cittadini israeliani (civili e militari) da parte dei palestinesi sono all’ordine del giorno negli ultimi mesi, e proprio ieri la magistratura di Gerusalemme ha condannato 5 ragazzi palestinesi per il lancio di molotov contro la base militare di Ofrit, vicino all’università ebraica del monte Scopus.


Questo è il finestrino infranto dal sasso di 1,5 kg, tirato dai palestinesi contro la macchina guidata dalla mamma della bimba israeliana.



2 commenti:

  1. Ciao. Come ti senti? Io in questo momento sto provando una rabbia fortissima e sono davvero inconsolabile. Quando rielessero Obama sapevo che avrebbe regalato il mondo ai fondamentalisti islamici, sapevo che quel premio nobel glielo avevano dato come un ricatto dei paesi del Nord Europa per consegnare le chiavi del mondo alla teocrazia iraniana. Ora più che mai il popolo ebraico deve avere fiducia in sè stesso, nella propria cultura e nel proprio spirito libero per affrontare questa nuova barbarie. Mi sento vicina a voi con tutte le mie forze. Shalom.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, dire che sono incazzato è dire poco. Non ho messo la foto della piccola Avigail perchè non sono riuscito più a trovarla, ma vedessi che angioletto....
      Anche secondo me Obama dopo il discorso all'università del Cairo ha dato avvio a qualcosa di disastroso sembra non rendersene conto. Come possa stare in un posto così delicato non capisco, ma i suoi consiglieri possibile che non lo aiutano ad adottare una politica meno disastrosa in medio oriente? Grazie per la tua vicinanza. Un abbraccio

      Elimina