Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

domenica 30 marzo 2014

FRANCIA: UN ALTRO ATTACCO ANTISEMITA, PICCHIATO EBREO ORTODOSSO


Parigi, 24 Marzo 2014 – Continuano senza sosta le aggressioni antisemite contro gli ebrei in Francia. Domenica, un ebreo ortodosso di 28 anni è stato strangolato e picchiato sulla metro, da quattro ragazzi arabi, a Parigi.
“Ebreo, ti stiamo per abbattere” e “Non avete un paese” sono le frasi pronunciate dagli aggressori durante l’attacco al ragazzo, appartenente al movimento Chabad Lubavitch, che ha riportato diverse ferite.
Giovedì scorso intanto tra giovani di origine maghrebina avevano aggredito un uomo di 59 anni al grido di “Morte agli ebrei”, denudandolo e disegnandogli una svastica sul petto. La vittima stava uscendo da un ristorante kosher ed indossava la kippà.
Come viene riportato settimanalmente, la situazione per gli ebrei francesi è diventata insostenibile e invivibile. Gli attacchi, le aggressioni fisiche, gli atti vandalici e le minacce sono all’ordine del giorno, e la comunità ebraica non sa se deve difendersi di più dall’estrema destra o dal fanatismo islamico.
Oggi, all’indomani dei grandi numeri ottenuti dal partito razzista e xenofobo di Marine Le Pen, l’Unione Europea dovrebbe interrogarsi su come affrontare la situazione, e su come tutelare i cittadini francesi ebrei, coloro che, ancora una volta, si sentono considerati di serie B. Intanto a migliaia optano per l’emigrazione verso Israele, un paese da cui sanno non potranno mai esser traditi.
Thanks to Progetto Dreyfus

Nessun commento:

Posta un commento