Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

venerdì 4 aprile 2014

Palestinesi ad Auschwitz: gruppo fortemente criticato

Gerusalemme, 2 Aprile 2014 – Dopo una visita ad Auschwitz-Birkenau, un noto professore palestinese e il gruppo dei suoi trenta studenti sono al centro di un’aspra polemica. Gli studenti palestinesi avrebbero dovuto rendersi conto della sofferenza degli ebrei durante il periodo nazista e imparare qualcosa di più sull’Olocausto. Ma questo adesso li espone a feroci ostilità.
Il professor Mohammed Dajani dell’Università Al-Quds in Gerusalemme è stato più volte criticato dai suoi connazionali per i suoi sforzi di normalizzare il rapporto tra arabi ed ebrei, ma adesso il viaggio di studio ad Auschwitz ha fatto traboccare il vaso. Il giornalista arabo-israeliano Khaled Abu Toameh dell’Istituto Gatestone riferisce che questo viaggio ha sollevato aspre polemiche nei media palestinesi. Nei territori palestinesi aumentano sempre più le voci che condannano Dajani e quelli che lo hanno accompagnato nel suo viaggio. Ci sono addirittura richieste di punire il professore e i suoi studenti. Altri media parlano di tradimento e collaborazione con il nemico.
L’Università Al -Quds si è affrettata a prendere le distanze dal professor Dajani in un comunicato ufficiale, in cui si dice che il professore non era autorizzato a effettuare un simile viaggio di studio.
L’Autorità Nazionale Palestinese  da parte sua ha fatto di tutto per gettare sabbia sulla questione: non ha detto assolutamente nulla. Evidentemente l’ANP non voleva sollevare un’altra polemica internazionale facendo vedere che assume una posizione ostile alla Shoah.
Il totale fallimento di questa iniziativa comunque fa capire che l’Autorità Nazionale Palestinese ha avuto pieno successo nel suo sforzo decennale di educare una nuova generazione di palestinesi che considerano gli ebrei come nemici e diventano subito sospettosi se qualcuno prova a metterli in buona luce.
(Fonte: Israel Heute, 2 aprile 2014 – traduzione effettuata da loro)

Nessun commento:

Posta un commento