Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

venerdì 16 maggio 2014

Israele, lo stato del popolo ebraico

“Ogni 15 maggio i palestinesi ricordano quello che chiamano il disastro della creazione di Israele, cioè dello stato del popolo ebraico – ha detto mercoledì il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu a proposito delle commemorazioni della Nakba – Insegnano ai loro figli, con una propaganda martellante, che è necessario cancellare lo stato di Israele. Sono molte le risposte che possiamo dare a tutto questo. La prima è continuare a costruire il nostro paese e la nostra capitale unita, Gerusalemme. Un’altra è approvare una legge che affermi chiaramente davanti al mondo intero che Israele è lo stato nazionale del popolo ebraico”.

Nessun commento:

Posta un commento