Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

sabato 2 agosto 2014

Margine protettivo

Quasi un mese di operazioni sul campo stanno cominciando a dare i primi risultati: la "metropolitana" di hammazz sembra sia quasi compeltamente smantellata. I soldati israeliani hanno trovato e distrutto decine di tunnel (alcuni dei quali percorribili in moto dai terroristi palestinesi) pur continuando a subire perdite per avanzare cautamente in un territorio ostile. Solo ieri tre soldati sono morti per lo scoppio di un ordigno piazzato in un ambutlatorio dell'UNRWA che a quanto pare serve a tutto: deposito di armi, sede di indottrinamento e di incitamento all'odio contro Israele e partenza di tunnel.
Se Israele avesse voluto, come amano dire i pacifinti sinistri, sterminare la popolazione palestinese  non avrebbe rischiato la vita dei suoi figli in combattimenti corpo a corpo: avrebbbe dato via libera ai bombardieri fino a distruggere ogni infrastruttura di Gaza. Ma non è questo che vuole lo stato ebraico, il suo governo e il suo popolo! Israele pretende sicurezza per i suoi cittadini,  il disarmo dei terroristi palestinesi e il riconoscimento della sua ebraicità.
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento