Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

mercoledì 1 ottobre 2014

Il discorso di Benjamin Netanyahu all'ONU


Nel  suo discorso alle Nazioni Unite, il primo ministro ribadisce la posizione di Israele e sostiene che all'Iran non deve essere permesso di ottenere la bomba nucleare. “Sconfiggere lo Stato Islamico ma lasciare Iran con la bomba atomica sarebbe come vincere la battaglia ma perdere la guerra", ha detto poche ore fa il primo ministro Benjamin Netanyahu nel suo discorso all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Il primo ministro ha evidenziato un nesso tra la minaccia che Israele affronta con Hamas a Gaza e la minaccia che la comunità internazionale ha di fronte a se con lo Stato Islamico. "Hamas, come lo Stato Islamico, vuole un califfato". "L'obiettivo immediato di Hamas’è quello di distruggere Israele, ma ha un obiettivo più ampio: la stessa "ISIS", ha detto il primo ministro. "ISIS e Hamas sono rami dello stesso albero velenoso quando si tratta di loro obiettivi finali: Hamas è ISIS e ISIS è Hamas."  "La lotta di Israele contro Hamas è la lotta mondiale contro il militantismo", ha affermato Netanyahu. "La lotta contro l'Islam militante è indivisibile. Ecco perché la lotta di Israele contro Hamas è la vostra lotta. Israele sta combattendo la cosa che i vostri paesi potrebbero essere chiamati a combattere domani”. Hamas, Stato Islamico, Hezbollah e altre organizzazioni militanti islamici tutti condividono un'ideologia fanatica. Essi cercano di creare enclavi in espansione continua dell'Islam militante. Dove non c'è libertà o tolleranza, ha avvertito Netanyahu.

"I nazisti credevano in una razza superiore. Gli islamisti militanti credono ciecamente in una fede superiore."

Non diversamente da queste organizzazioni militanti dell'Islam, l'Iran è altrettanto pericoloso, il primo ministro ha detto: "L'Iran con armi nucleari sarà la più grave minaccia per noi - islamisti militanti con una bomba nucleare". "Una cosa è confrontarsi con militanti islamici in un camioncino con un fucile, un'altra cosa quando hanno armi di distruzione di massa. Lascereste ISIS arricchire uranium o sviluppare missili balistici intercontinentali? Allora non lasciate farlo neanche all’Iran.”  “Sconfiggere ISIS e lasciare l'Iran come potenza nucleare è come vincere la battaglia ma perdere la guerra," Netanyahu ha aggiunto.

"Il presidente iraniano Rouhani era qui la scorsa settimana e versava lacrime di coccodrillo", accusa il primo ministro.  "Non fatevi ingannare dal fascino manipolativo dell'offensiva iraniana", ha ammonito. "E’ progettato per un solo scopo: per sollevare le sanzioni e rimuovere gli ostacoli sul percorso dell'Iran alla bomba." "Permettere che ciò accada sarebbe un grave pericolo per il nostro futuro comune. Una volta che che l'Iran produrrà bombe atomiche, vedrete scomparire il fascino e il sorriso", ha continuato. Netanyahu è stato applaudito quando ha ribadito che "le capacità nucleari dell'Iran devono essere completamente smantellate."

Facendo il punto sulla lotta contro Hamas e sull'operazione Margine Protettivo, il primo ministro ha chiesto ai delegati "Che cosa farebbero i vostri paesi se fossero colpiti da migliaia di razzi le vostre città? Non lascereste di certo che i terroristi sparassero razzi sulle città con impunità. Israele giustamente si è difesa sia contro gli attacchi di razzi sia contro i tunnel del terrore".

Hamas ha combattuto una guerra di propaganda. "Hamas ha cinicamente usato i palestinesi e le scuole delle Nazioni Unite come scudi e siti di stoccaggio, mentre sparava verso Israele." Il premier israeliano ha poi risposto alle accuse del presidente dell'Autorità Palestinese Mahmoud Abbas, che nel suo discorso alle Nazioni Unite aveva additato Israele per aver commesso un genocidio a Gaza durante l'operazione Protective Edge.

"Non abbiamo colpito deliberatamente i civili a Gaza e ci dispiace ogni vittima civile. Nessun altro paese e nessun altro esercito nella storia ha fatto tanto come noi per evitare vittime tra la popolazione civile del loro nemico. Abbiamo sostenuto valori morali più alti di qualsiasi altro esercito del mondo. I nostri soldati meritano ammirazione, non condanna.”

Hamas, d'altra parte, "stava facendo tutto il possibile per mirare alle vite dei civili", ha detto. Hamas ha deliberatamente messo i suoi razzi dove i bambini palestinesi vivevano e giocavano", ha continuato Netanyahu, tirando fuori una foto di France 24 durante la guerra, mostrando bambini di Gaza che giocano nei pressi di un lanciarazzi. "Signore e signori, questo è un crimine di guerra. Israele ha usato i suoi missili per proteggere i bambini - Hamas usa i bambini per proteggere i suoi missili" ha detto.

Netanyahu ha criticato il Consiglio dei Diritti umani delle Nazioni Unite per la loro ipocrisia nel condannare Israele per le sue azioni, mentre inviava un messaggio ai terroristi di tutto il mondo: Utilizzate i bambini come scudi umani.  "La UNHRC ha tradito la sua nobile missione di proteggere gli innocenti. Il Consiglio dei diritti umani è diventato il Consiglio per i Diritti dei terroristi", ha detto Netanyahu. "Anche il termine 'Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite' è un ossimoro."  Secondo Netanyahu, questo "pregiudizio contro Israele" del Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite è una nuova forma di antisemitismo.

Il primo ministro ha affrontato il tema dei negoziati di pace israelo-palestinesi, dichiarando che si sono fermati nel mese di aprile. "Sono pronto a fare un compromesso storico", ha detto.

"Un riavvicinamento più ampio tra Israele e il mondo arabo può contribuire a facilitare la pace israelo-palestinese", ha detto Netanyahu. "Israele è pronto a lavorare con i partner arabi per affrontare i pericoli e cogliere le opportunità. C'è un nuovo Medioriente: presenta nuovi rischi, ma anche nuove opportunità. Dobbiamo sconfiggere il jihadismo ed eliminare il rischio del nucleare iraniano. Abbiamo bisogno del mondo arabo per realizzare la pace con i Palestinesi"

L'iniziativa di pace araba, invece, "dovrebbe essere aggiornato in base alle realtà attuali."

"In ogni accordo di pace insisterò sempre sul fatto che Israele debba potersi difendersi da sé," ha sottolineato il primo ministro "

Netanyahu ha concluso il suo intervento citando il profeta Isaia:

Per amore di Sion non tacerò,

per amore di Gerusalemme non mi concederò riposo,

finché non sorga come aurora la sua giustizia

e la sua salvezza non risplenda come una fiaccola.

 

"Cerchiamo di accendere una fiaccola della verità e della giustizia per salvaguardare il nostro futuro comune."

Nessun commento:

Posta un commento