Il popolo palestinese: un'invenzione assoluta!

Un dirigente dell'Olp, Zahir Muhsein, dichiarò a un giornale olandese nel 1974:



"il popolo palestinese non esiste,
il popolo palestinese è stato creato per ragioni strategiche in funzione antisionista, ma non appena avremo conseguito la distruzione di Israele non aspetteremo un solo momento ad unirci al popolo arabo di cui facciamo parte."



O.rganizzazione N.on U.tile

“Se l’Algeria inserisse nell’ordine del giorno all’ONU una risoluzione secondo cui la terra è piatta, e che è Israele ad averla appiattita, tale risoluzione passerebbe con 164 voti a favore, 13 contro e 26 astensioni” (Abba Eban, 1975)

Antisionismo è antisemitismo!

"Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei..." M.L. King

Documentazione sulla Siria

L'attivista siriano per i diritti umani Muntaha Al-Atrash, intervistato il 4 aprile scorso dal quotidiano arabo edito a Londra Al-Sharq Al-Awsat, ha dichiarato: "Ogni volta che chiediamo libertà e democrazia, ci dicono che il nostro scontro con Israele è più importante delle meschine questioni interne."

CERCA NEL BLOG

Translate this page

Pallywood

Loading...

Sempre con Israele!!!

Sempre con Israele!!!

Lettori fissi

domenica 4 ottobre 2015

Gerusalemme, palestinese aggredisce famiglia israeliana: due morti e due feriti, anche bimbo


La moglie della vittima in gravi condizioni. Assalitore ucciso dalla polizia

Gerusalemme, 3 Ottobre 2015 – Ancora sangue per le vie della capitale israeliana: un terrorista palestinese ha aggredito questa sera quattro israeliani, tutti appartenenti a una famiglia israeliana nella città vecchia, uccidendo il padre e ferendo a morte un’altra persona.  Tra i feriti anche un bimbo di due anni e sua madre. L’assalitore, colpito da un poliziotto, è stato ucciso. Secondo il capo della polizia di Gerusalemme, citato dai media, il palestinese – che in base alle  informazioni raccolte ha 19 anni e proverrebbe da un villaggio presso Ramallah – prima ha colpito a coltellate i membri della famiglia israeliana, poi ha preso la pistola di una delle vittime ed ha cominciato a sparare contro i passanti e la polizia. Fatah, il movimento politico guidato dal Presidente dell’Autorità Nazionale Palestinese Mahmoud Abbas, ha elogiato il “gesto eroico” dell’assassino.
Questo attentato, l’ennesimo degli ultimi giorni, giunge poche ore dopo l’uccisione di Eitam e Naama Henkin, una coppia di israeliani la cui automobile è stata crivellata di colpi mentre viaggiava tra gli insediamenti di Itamar e Elon More.
Ieri, come riferisce Arutz Sheva, un giovane palestinese è stato arrestato nella Città Vecchia di Gerusalemme dopo aver lanciato una molotov che è esplosa, senza tuttavia fare feriti. Fermati e messi sotto interrogatorio anche cinque giovani palestinesi della zona di Tekoa, nei Territori Contesi (precisamente in Giudea), sospettati di aver lanciato sassi contro le macchine. Sempre a Gerusalemme, giovani palestinesi sono stati respinti dalla polizia israeliana mentre tentavano di forzare un posto di blocco e accedere alla Spianata delle Moschee, violando l’ordinanza odierna che permette l’ingresso solo a uomini sopra i 40 anni.
Thanks to Progetto Dreyfus

Nessun commento:

Posta un commento